Share

SPERANZA PER gli affranti.

È meglio aver amato e aver perso che non aver mai amato affatto?

Quando ero adolescente il mio cuore è stato battuto e ferito dal dolore del divorzio dei miei genitori per cui non la pensavo così.  Dire che ero amareggiata sarebbe un eufemismo.  La mia risposta alla nostra famiglia distrutta è stata una promessa per assicurarmi che non avrei mai rivissuto un tale rifiuto.  E così ho costruito un muro attorno al mio cuore con la determinazione di non dare mai più a nessuno la possibilità di farmi del male.  Ciò che si nascondeva dietro la mia durezza, tuttavia, non era forza, ma paura.

Il divorzio lascia, inevitabilmente, dietro di se’ alcune vittime. Mi sono identificato con il mio dolore.  Sono stato rifiutata, ero sola e spaventata.  Bramavo di essere amata, ma , al tempo stesso, ero terrorizzata di essere vulnerabile.  Desideravo che qualcuno si prendesse cura di me, ma ero stata privata della capacità di fidarmi.  Disprezzavo il presente, ma temevo il futuro.

Non riuscivo a capire perché le mie grida al Signore sembravano inascoltate e spesso mettevo in dubbio il suo amore e la sua fedeltà a me come suo figlia.  Tuttavia, non dimenticherò mai una notte fondamentale trascorsa in preghiera.  E tutto ad un tratto un pensiero mi è apparso  con tale chiarezza e convinzione che non ho mai dubitato che la sua fonte fosse il Signore.  Seppi in quel momento che Dio aveva ascoltato ogni angosciosa preghiera che sgorgava dal mio cuore.  Egli, infatti, piangeva con me.  Egli mi stava nascondendo nelle sue ferite redentrici e mi assicurò che non aveva solo appena concesso la grazia che avevo chiesto;  ma anzi l’aveva sopraffatta con sovrabbondanza.  Mi sembrava che il Signore mi mostrasse che mio padre teneva un ombrello sulla testa per evitare il contatto con la grazia e la misericordia del Signore.

E così ho imparato due cose attraverso questa rivelazione.  La prima è stata la consapevolezza che non potevo smettere di pregare.  Se da un momento all’altro c’era un’apertura di vulnerabilità e quell’ombrello si abbassava per un istante, volevo che la misericordia fosse lì a consumarlo.  L’altra era che dovevo iniziare a cercare le aree della mia vita in cui stavo rifiutando il dono di Dio della Vita Divina dentro di me.

Queste due lezioni sono diventate parte integrante della mia ricerca della mia vocazione.  C’era un altro uomo in cui speravo.  Sono stata motivata a pregare per il mio futuro marito, ovunque si trovasse.  Volevo rimanere pura per lui, sia nel mio corpo che nel mio cuore.  Le cicatrici lasciate dalla mia famiglia mi hanno motivato ad aderire strettamente ai piani di Dio per la purezza e la castità.  Sapevo che era probabile che il mio futuro coniuge stesse affrontando molte minacce alla sua purezza, come fanno tutti i giovani.  Le statistiche mostrano che le coppie che sono sessualmente attive al di fuori del matrimonio hanno un tasso di divorzi spaventosamente più alto di quelle che si astengono… Non mi interessava essere una statistica.  Avevo bisogno che il Signore riversasse quella stessa sovrabbondanza di grazia e misericordia su colui che stava preparando per me.

Alcuni anni dopo, il Signore ha inaspettatamente portato un uomo straordinario nella mia vita.  In precedenza avevo rinunciato al genere maschile, ma qualcosa in quest’uomo ha sfidato il mio odio per il romanticismo.  Devo ammettere che ero a disagio quando ho iniziato a vedere che forse mi sbagliavo sulla mia visione corrotta dell’amore e del matrimonio.  Il Signore mi stava mostrando lentamente che stava scrivendo la mia storia d’amore.  Non dovevo temere se seguivo le Sue vie… ma il percorso non sarebbe stato facile da accettare.

Diversi mesi dopo un’amicizia sincera e autentica, io e Mark ci siamo trovati in un’intensa conversazione sul futuro della nostra relazione.  Era chiaro che provavamo forti sentimenti l’uno per l’altro, tuttavia quando abbiamo iniziato a discuterne, le mie ferite sono state squarciate ed esposte.  Ero terrorizzata.  Come potrei essere abbastanza vulnerabile da permettere a qualcuno di spezzarmi il cuore?  Ero fredda ed emotivamente non disponibile.  Il cliché “non sei tu, sono io” racchiudeva il mio messaggio.  La sua risposta è stata sorprendente ma vera.  “Sono io.  Lo dici, ma sono quello di cui non ti fidi, sono quello che non lascerai entrare nel tuo cuore.  Dici che sei tu, ma non puoi rimanere isolata quando qualcuno tiene a te tanto quanto me.  La nostra relazione riguarda anche me”.

In seguito ho capito che questo era lo stesso messaggio che il Signore mi stava parlando.  Il mio cuore indurito stava spezzando il suo cuore di misericordia.  Il mio rifiuto e la paura della guarigione e della libertà stavano causando a Cristo un grande dolore.  Nel tentativo di interiorizzare il fardello, ho messo il carico sulle mie spalle.  Avevo dimenticato che l’unico modo per la redenzione era guardare quel dolore che veniva sollevato e posto su colui che poteva portarlo al Calvario.  In quello stesso momento, il Signore, il mio Primo Amore, stava dicendo: “Katie, sono io.  Sono colui di cui non ti fidi.  Sono colui che non lascerai entrare nel tuo cuore.  Dici che sei tu, ma non puoi rimanere isolata quando qualcuno tiene a te tanto quanto me.  Tutto ciò riguarda anche me”.

Comunque tu stia soffrendo, il Signore vuole incontrarti nella tua storia d’amore e resuscitare il tuo cuore spezzato.  Per il figlio di una famiglia divorziata, ricorda, non sei solo la sintesi dei tuoi genitori.  Tu hai il potere di spezzare la catena della disfunzione e reclamare la prossima generazione.  E quel potere è Cristo stesso.  Permettigli di piangere con te, camminare con te e insegnarti ad amare.

___________________________

Katie Hartfiel è un’autrice e una relatrice dedicata alla condivisione dell’amore intenso di Dio.  Katie si è laureata all’Università Francescana di Steubenville, dove ha conseguito una laurea in Teologia.  Katie ha servito come ministro della gioventù per sette anni a Houston, dove ora risiede con suo marito, Mark, e due figlie.  Nel 2012, Katie ha pubblicato il suo primo libro, Woman in Love (disponibile suwomaninlove.org).  Questo lavoro istruisce le giovani donne mentre lottano per la purezza pregando e tenendo un diario per il proprio futuro coniuge. Katie è stata benedetta nel vedere i cuori prendere vita con la consapevolezza che il nostro Dio fedele desidera ardentemente superare i nostri desideri più profondi.

X