Share

La corrosione del corteggiamento: defemminizzazione ed demascolinizzazione

Alcune sere fa, ero rannicchiata sul divano a scorrere Pinterest mentre mia madre guardava le repliche di “The Pacific”, una serie TV che segue le vite dei soldati che hanno combattuto nella seconda guerra mondiale.  In questo episodio, uno dei soldati, vestito in uniforme, si è avvicinato alla casa accanto e ha chiesto un appuntamento al suo interesse amoroso.  Era diretto e totalmente fiducioso nella sua ricerca di lei.  E mi sono ritrovata a lamentarmi: “Vorrei essere nata in quella generazione”.

In questi giorni, viviamo in un’epoca in cui molti uomini non si comportano come uomini e molte donne non si comportano come donne.  In effetti, gli uomini in particolare vengono puniti se si comportano troppo da uomo.  La loro mascolinità è etichettata come “tossica”, qualcosa di cui devono scusarsi.

Non dovrebbe essere necessario per me sottolineare che mi piacerebbe incontrare e sposare un uomo mascolino quando spiego agli altri i miei gusti in fatto di uomini, eppure molto è cambiato nel corso del tempo. Nella mia esperienza, gli uomini purtroppo non sono mascolini, almeno, non come lo erano ai tempi di mio nonno.  Gli uomini non sono più incoraggiati a tenere le porte, aiutare le donne a infilarsi i cappotti, prendere le donne o accompagnarle a casa o camminare all’esterno del marciapiede.  In effetti, sono scoraggiati da queste esibizioni di cavalleria, perché la nostra società ha accettato la menzogna che la cavalleria implica che le donne siano incapaci di prendersi cura di se stesse.  E qui sta la radice da cui è scaturita la demascolinizzazione: le donne non sono più incoraggiate ad essere femminili, perché la vera femminilità è stata ritenuta arcaica e insignificante.

Mi considero una donna indipendente.  Sono nel mondo aziendale da poco più di un anno e sono abituata a uscire con i miei amici o semplicemente da sola con solo un romanzo di Steinbeck per farmi compagnia, perché preferisco sinceramente godermi la compagnia che ho in un certo momento, piuttosto che uscire con qualcuno che non mi interessa semplicemente per il gusto di uscire.

Nonostante la mia vena indipendente, sono la persona più femminile possibile, dai miei ritocchi di manicure bisettimanali al modo in cui piango ogni volta che guardo la versione live action di Beauty and the Beast (ovviamente, i tratti femminili variano tra le donne  ).  Mi aspetto che un uomo mi venga a prendere quando mi chiede di uscire e che venga alla mia porta invece di scrivermi dall’auto quando arriva a casa mia.  Come mai?  Perché questi comportamenti dimostrano rispetto.

Il femminismo è stato grossolanamente distorto per suggerire che una donna deve diventare più simile a un uomo per avere successo, mentre un uomo deve diventare meno mascolino per consentire l'”empowerment” femminile, che comprende tutto, dall’avanzamento nel mondo del lavoro all’assunzione di un  vita innocente.  Alcuni aspetti dell’empowerment femminile potrebbero derivare da obiettivi nobili.  La maggior parte, tuttavia, insinua che una donna ha il diritto di fare ciò che vuole, quando vuole, anche a spese di un’altra persona.

Abbiamo bisogno di ristabilire i ruoli di uomini e donne nella nostra società e nelle nostre relazioni, perché le nostre inclinazioni naturali sono complementari e si prestano ai romanzi più sorprendenti che attualmente sono stati ridotti a qualcosa di cui leggiamo solo nei libri.  Le vere mascolinità e femminilità riconoscono la verità della loro natura complementare e non cercano di sminuire ciò che arriva organicamente al sesso opposto.  Ognuno di noi possiede tendenze uniche che tirano fuori il meglio dall’altro e ognuno ha bisogno di svolgere il proprio ruolo come Dio ha voluto.

Non importa quello che qualcuno vi dice, uomini: tenete le porte.  Andate a prendere le donne a casa e siate puntuali.  Proteggete la donna e proteggete ferocemente la sua virtù.  Donne: lasciatevi coccolare.  Divertiti a sentirvi delicate, amate e ricercate.  Cristo inseguì la sua sposa, la Chiesa, fino alla cavalleria, dove morì per il suo bene.  Egli chiede: “Mogli, sottomettetevi ai vostri mariti come fate al Signore… Mariti, amate le vostre mogli, proprio come Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei per santificarla” (Efesini 5:22; 5:  25-26).

Riposa nella consapevolezza che questo era l’intento di Dio per uomini e donne dall’inizio dei tempi, e che abbracciando la tua mascolinità o femminilità donata da Dio, stai aderendo al Suo disegno perfetto per la tua storia d’amore.

____________________________

Lindsey Todd si è laureata alla West Chester University nel 2016 con un B.A.  in inglese e attualmente lavora come redattrice tecnica per un’azienda Fortune 500.  Nel tempo libero ama scrivere, cantare, giocare con il suo cane, leggere e fare esercizio.  Ama anche l’arte, la moda e le profonde discussioni politiche e teologiche.  Ha una devozione speciale per il Santissimo Sacramento e un amore speciale per San Papa Giovanni Paolo II.  Lindsey è appassionata di condividere la bellezza del puro amore con gli altri, in particolare come scrittrice cattolica e come guida di ritiri per giovani donne.  Attualmente risiede nella contea di Bucks, in Pennsylvania, con la sua famiglia

 

 

X