Devi parlare ai tuoi figli del porno

Qualche anno fa, quando mio figlio aveva circa sette anni, mi chiese, in modo molto pratico, cosa fosse la pornografia.  Suppongo che non avrebbe dovuto sorprendermi che mi ponesse una domanda su qualcosa di cui mi occupo, ma, invece, questo è successo.  Ricordo di aver risposto, “che cos’è?”  Non perché non l’avessi sentito.  Stavo temporeggiando.  Raccogliendo i miei pensieri, pregando per non rovinare tutto.

 In questo blog vorrei riportare la maggior parte di quella conversazione perché mi sono convinto che noi genitori dobbiamo iniziare a parlare con i nostri figli della pornografia in modo appropriato alla loro età.  Sono anche convinto che la maggior parte dei genitori là fuori non abbia idea da dove cominciare.

Il resto del blog ti mostrerà come iniziare e alla fine ti parlerò di due risorse indispensabili che devi ottenere sin da subito, per esempio, e ti consiglio di prendere nota.  Torniamo alla conversazione in cui mio figlio mi aveva appena chiesto (di nuovo) cosa fosse la pornografia.

 “Uh, la pornografia è qualcosa che, quando la guardi, ti fa male.”  Ho detto.

 “Eh?”

 “Beh, sai come alcune foto ti fanno sentire bene, felice e al sicuro?”

 “Ti piacciono i fumetti?”  Chiese.

 “Più o meno, ma penso più alle foto di tuo fratello e delle tue sorelle”, dissi.  E così ho tirato fuori il mio telefono e gli ho mostrato alcune foto che avevo scattato di recente a suo fratello minore.  “Come ti fa sentire?”  Gli ho chiesto.

 “È così carino, mi manca già!”  mi ha detto.

 “Quindi questa è una buona immagine, e ti fa desiderare cose buone e vuoi fare cose buone, giusto?”  gli ho detto.

 “Immagino di sì” disse.

 “La pornografia è fatta di immagini brutte che ci fanno venire voglia di fare cose cattive e feriscono il nostro cervello e la nostra anima” gli ho detto.

 “Perché le persone lo guardano se è brutto?”  mi ha detto.

 “Perché può sembrare bello ed eccitante.”  gli ho detto.  “Ma ricorda, i topi e i ratti trovano il veleno buono ed eccitante. Se prendessi delle pillole avvelenate e le ricoprissi di cioccolato, e la gente le mangiasse, probabilmente apprezzerebbero anche loro, no?”  gli ho chiesto

 “Sì, ma poi si ammalano.” mi ha detto.

 “Giusto.” gli ho detto.

 “Trovi queste cose solo digitandole?”  mi chiese.  E questa domanda era interessante perché non gli avevo ancora detto che il porno poteva essere trovato online e non ha ancora mai usato Internet.  E, onestamente, avevo paura di cosa dire.  Non volevo rispondere: “Sì, digita “porn” su Google” e sarai sulla buona strada!”

 “Puoi scrivere un sacco di cose brutte in Internet e trovare molte cose brutte, ma perché dovresti volerlo fare?”  gli ho chiesto.  “Quanto sarebbe sciocco se scrivessi “come posso fare del male a mio fratello?”

 Sorrise, annuendo d’accordo.

 “Se mai vedi qualcosa su Internet o in qualsiasi altro posto che sai essere brutto o che ti fa sentire a disagio, voglio sempre che tu venga a parlarne con mamma e papà, ok?”

 “Va bene.” mi ha detto.

 “Anche se hai paura, e noi saremo sconvolti.  Non saremo arrabbiati.  Saremmo così orgogliosi di te per avercelo detto, e in questo modo possiamo farti sentire meglio” gli ho detto.

 “Va bene papà” mi ha detto.

 Noterai che non sono stato molto specifico su nulla in particolare: cos’è il porno, come fa male al cervello, cosa dovrebbe fare quando lo incontra (oltre a parlare con sua madre e me).  Queste erano le conversazioni che ho avuto con lui da allora.

 Allora, come erano quelle conversazioni?  Cos’altro hai bisogno di sapere?  Le seguenti due risorse ti diranno esattamente ciò che devi sapere, risponderanno alle molte domande che probabilmente hai e ti mostreranno come continuare questa conversazione con sensibilità e verità.

 Vai a prendere il mio nuovissimo CD (è uscito ieri) Protecting Innocence: Parenting, Your Kids, and Internet.  Acquista una copia per ogni genitore che conosci.  Puoi ascoltarne un campione di 10 minuti qui; https://www.lighthousecatholicmedia.org/store/title/protecting-innocence-parenting-your-kids-and-the-internet

 Ottieni il libro incredibilmente popolare di Kristen Jenson, Good Pictures Bad Pictures: Porn Proofing Today’s Young Kids.  Questo è un libro splendidamente illustrato e letto ad alta voce progettato per i genitori da leggere ai loro figli ed è meraviglioso: https://www.defendyoungminds.com/product/good-pictures-bad-pictures

 Ascolta il mio podcast su “3 conversazioni da avere con i tuoi figli sul porno”, qui: https://html5-player.libsyn.com/embed/episode/id/6138942/height/360/width/640/theme/standard/autonext/no/thumbnail/yes/autoplay/no/preload/no/no_addthis/no/direction/backward/

 _________________________

 Matt Fradd parla a decine di migliaia di persone ogni anno.  È autore di diversi libri, tra cui Does God Exist?: A Socratic Dialog on the Five Ways of Thomas Aquinas e The Porn Myth: Exposed the Reality Behind the Fantasy of Pornography.  Matt ha conseguito un master e una laurea in filosofia presso l’Holy Apostles College.  I suoi podcast, Love People Use Things e Pints With Aquinas sono ascoltati da decine di migliaia di persone ogni mese.  Matt vive con sua moglie Cameron e i loro figli nelle montagne della Georgia del Nord.

Leave a Reply