Mantieni la calma: la vittoria del matrimonio si raggiunge attraverso la crocifissione

Osservando l’icona classica della domenica di Pasqua noterete chi sta risuscitando Cristo dai morti: ecco, si tratta della prima coppia di sposi.  Il matrimonio è stato attaccato sin dalla sua nascita.  Non vi è niente di nuovo in tutto ciò.  Ma Cristo lo sostiene sempre.

Alla luce della decisione della Corte Suprema della scorsa settimana, che ha di fatto legalizzato il “matrimonio” omosessuale a livello nazionale, può sembrare che il matrimonio stia affrontando delle tempeste fuori dal comune e che Cristo sia dormiente sulla barca.  La tentazione di disperare o di “dare di matto” come i discepoli nel mare in tempesta è comprensibile, ma non dimentichiamolo mai: Dio ha il controllo su ogni cosa e, alla fine, la verità è sempre vittoriosa.  “Non lasciate che il vostro cuore sia turbato” (Gv 14: 1).  Mantenete la calma.  Niente dovrebbe scuotere la nostra pace.

Come possiamo rimanere calmi quando tutto sembra così buio intorno a noi? Ricordando e confidando con totalmente nel metodo vittorioso di Dio, ovvero la vittoria che passa attraverso la morte e risurrezione.  Dio, infatti, rivela la piena verità sul matrimonio proprio sulla Croce e attraverso essa.

Molti santi hanno attestato, nel corso della propria storia, che la Croce è il luogo in cui Cristo, ovvero lo Sposo, consuma il proprio matrimonio con la Chiesa, che è sua Sposa.  Dobbiamo riflettere su questo aspetto, dobbiamo metabolizzarlo a fondo se vogliamo capire bene cosa sta succedendo nel nostro mondo odierno: il matrimonio, a quanto pare, sta seguendo la via del suo modello crocifisso.  Esso viene deriso, respinto, sputato, flagellato e inchiodato a un albero.  Ma concedetegli “tre giorni” e osserverete cosa accadrà.

“Il terzo giorno ci fu un matrimonio a Cana” (Gv 2: 1).  E Gesù e Maria si premurarono sempre di concedere il vino di Dio alla relazione tra uomo e donna, ma ciò avvenne attraverso il fianco trafitto dello Sposo e il “sì” della Sposa, con la “donna” ai piedi della Croce.  Dobbiamo fissare il nostro sguardo, rimanendo concentrati sul “letto matrimoniale della Croce” è questo che ci orienterà adeguatamente in mezzo a tutta la follia che è in atto ora.

Il nostro mondo di oggi parla in grande stile dell’orientamento sessuale, ma l’orientamento più fondamentale della sessualità è indicarci la morte e la risurrezione di Cristo.  Ricordate l’eclissi di sole avvenuta il Venerdì Santo (vedi Lc 23,45).  La verità del matrimonio non sta vivendo un’eclissi simile a quella descritta dal Vangelo di Luca? Ecco la nostra speranza ferma: il sole non è lontano.  Quando “il terzo giorno” albeggia, il matrimonio risorgerà e la verità della nostra sessualità splenderà come il sole!  Il mondo vedrà la luce e sarà nuovamente orientato.

È quello che fa il sole: ci orienta.  Ecco perché la Sposa (la Chiesa) prega tradizionalmente la sua liturgia verso l’Est ( l’Oriente), perché il sorgere del sole, come dice il salmista, è il simbolo della venuta dello Sposo (vedi Sal 19: 5).  E quando lo Sposo verrà, “nulla sarà nascosto al suo calore ardente” (Sal 19: 6).  Il mondo vedrà la gloria di Dio rivelata attraverso la teologia del corpo umano.

Questa è la promessa di Dio.  Possiamo contarci.  Questo è letteralmente scritto nelle stelle.  E questo è ciò che ci dà speranza in mezzo a questa oscurità presente.  Non appena la notte si trasformerà in giorno, la verità sul matrimonio apparirà all’orizzonte e illuminerà la terra.

E ora è vero che dobbiamo subire l’eclissi, e immagino anche che le cose diventeranno più buie prima di ritornare splendenti.  Tuttavia, come ci ricorda San Paolo, dovremmo considerare le sofferenze che dobbiamo sopportare ora e che sono nulla in confronto alla gloria che si rivelerà in seguito (vedere Rm 8:18).  Non aver paura!  “Il pianto giunge di notte;  ma all’alba ecco che giunge la gioia ”(Sal 30: 6)!

(Articolo utilizzato con il permesso di The Cor Project)

____________________________

Il nuovo e-book più venduto di Christopher West, Pope Francis To Go: Bite-Sized Morsels from The Joy of the Gospel, è ora disponibile su PopeFrancisToGo.com.  Christopher è conosciuto in tutto il mondo per il suo lavoro di divulgazione della teologia del corpo di San Giovanni Paolo II.  È fondatore e presidente di The Cor Project.  Christopher condurrà anche un pellegrinaggio sulle orme di San Giovanni Paolo II in Polonia dal 20 al 29 agosto.  I dettagli sono disponibili qui, oppure è possibile registrarsi chiamando il numero 800-842-4842.

 

Leave a Reply